NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Lettori fissi

Segnalazioni di Novembre - Giovane Holden Edizioni




Buongiorno a tutti!
Oggi vi segnalo tre libri che mi ha gentilmente inviato la Giovane Holden Edizioni, con cui ho il piacere di collaborare, e di cui presto vi parlerò :D



Quale di questi libri vi piacerebbe leggere?
Se siete indecisi leggete la trama e andate a dare un'occhiata su Amazon, ci sono i link d'acquisto nella descrizione di ogni libro!











TRA DI NOI CENTRAL PARK

di
Giuseppe Iacolino








Editore: Giovane Holden Edizioni
Data di uscita: 2017
Pagine: 192


Prezzo

5,99€ (ebook - link d'acquisto)









James Reed, giovane scrittore newyorkese in ascesa, sta ultimando il suo ultimo libro, quello che secondo la sua agente gli assicurerà il meritato successo. 
Separato e con un figlio, Liam, quattordicenne affettuoso, riflessivo e brillante, dietro le apparenze di padre attento e artista ambizioso, James cela un inconfessabile segreto: la passione per Nicole, l’affascinante fidanzata di Travis, suo amico fraterno.
È proprio la notizia improvvisa dell’imminente matrimonio tra i due a sconvolgere il delicato equilibrio che James era riuscito a organizzare nella sua vita: sente infatti di non poter più fare a meno di rivelare ciò che prova e a tal fine inizia a elaborare un piano diabolico che porti alla rottura tra i due.
Ma una serie di complicazioni e coincidenze di lì a poco lo investiranno come il vento gelido che soffia a Central Park in inverno. In un susseguirsi di colpi di scena dipanati tra incontri travolgenti, passioni irresistibili e opportunità inaspettate, James sarà costretto a ridefinire più volte non solo i suoi orizzonti personali, ma anche il significato dell’amicizia e dell’amore.


Romanzo piacevole e intrigante, che amalgama con eleganza, erotismo e ironia. L’autore scandaglia con irriverenza i ruoli e le aspettative di una generazione, tracciando un quadro in cui la città che non dorme mai è assoluta protagonista.








L'AUTORE: Giuseppe Iacolino






È nato ad Agrigento nel novembre del 1983. 
Dopo il diploma di Geometra ha conseguito una Laurea in Beni Demoetnoantropologici a Palermo.
Trasferitosi a Torino nel 2009 ha ottenuto un Master Universitario in Bioetica ed Etica Applicata e, sempre nel capoluogo piemontese, ha terminato gli studi con la Magistrale in Antropologia Culturale ed Etnologia.
L’innata passione per la musica lo ha portato a formare diversi gruppi e a comporre brani propri, ma è la scrittura ad affascinarlo da sempre e a permettergli di esprimere interamente se stesso.
Ha pubblicato il romanzo L’innaturale evoluzione delle cose (Sensoinverso Edizioni, 2015).








LA VILLA DEGLI ORRORI

di
Alessandra Fasson





Editore: Giovane Holden Edizioni
Data di uscita: 2015
Pagine: 229


Prezzo






Un fatto tragico e misterioso sconvolge la tranquilla esistenza di un borgo in collina, un luogo ameno e isolato, lontano dalla frenesia della città. Durante il sopralluogo a villa Mariani, isolata e chiusa da mesi, vengono ritrovati due cadaveri ormai in stato di decomposizione: quello di Felicita Mariani nella veranda, e quello di Fosca, deposta sul proprio letto. 
Ultima scoperta per le forze dell’ordine la presenza della terza sorella: Faustina, in stato confusionale, seduta in cucina, vaneggia e dichiara di essere rimasta a vegliare le sorelle aspettando lei stessa di essere presa. La lettura dei diari della sorella superstite, la raccolta di varie testimonianze, la relazione dei referti autoptici, consentono agli inquirenti, colpiti dall'assurdità del fatto avvenuto, di procedere con le indagini mentre l’attenzione si concentra sugli aspetti oscuri della famiglia Mariani, da alcune generazioni presente nel borgo di Barrio. 
Quasi un mosaico di riflessioni, rimandi, commenti che testimoniano come sia diverso il modo di porsi di fronte alla precarietà e contraddittorietà dell’esistenza umana. In un modo o nell'altro i personaggi sono costretti dagli eventi a confrontarsi con l’inevitabile disgregazione dei corpi, interrogandosi sulla possibilità di un’esistenza dopo la morte. 

Un mystery intrigante, ben costruito che si dipana su più piani narrativi senza rinunciare a un pizzico di ironia che riesce a stemperare e unificare in modo omogeneo un caleidoscopio di personaggi e situazioni.






L’AUTRICE: Alessandra Fasson




E' nata nel 1962 a Monselice, cittadina ricca di storia, in provincia di Padova.

Laureata in psicologia, è insegnante nella scuola primaria da oltre vent'anni.

Ha collaborato con un settimanale dal 2005 al 2013 ed ottenuto l'iscrizione all'albo dei giornalisti pubblicisti nel 2008.
Sposata e con due figli, è appassionata di lettura, cinema e trekking








LE ULTIME LETTERE DI IACOPO ORTIS

di
Ugo Foscolo





Editore: Giovane Holden Edizioni
Data di uscita: 2016
Pagine: 171








Jacopo Ortis, giovane patriota costretto dopo il trattato di Campoformio all'esilio sui colli Euganei, conosce Teresa e se ne innamora, timidamente ricambiato: ma la giovane è stata promessa dal padre al ricco Odoardo, perfetto esemplare, col suo perbenismo, di una società mediocre e priva di ideali. Allo strazio per la patria perduta si aggiunge la disperazione per l’amore irrealizzabile: la vicenda di Ortis patriota corre parallelamente a quella di Ortis amante. Comincia così la fuga di Jacopo per l’Italia: a Milano (dove incontra Parini ormai vecchio e dove, lamentando le sorti della patria, esprime Alfieriani propositi di suicidio) a Ravenna, ad Arquà, a Firenze, in Santa Croce, presso le tombe dei grandi; infine a Ventimiglia, al confine con la Francia, dove si abbandona a una cupa meditazione sull’inesorabile ruinare del tempo e delle cose. Gli giunge intanto la notizia del matrimonio di Teresa, e allora, preso dalla disperazione, torna sui colli Euganei e si uccide. Rimane di lui un carteggio con l’amico Lorenzo Alderani, che quest’ultimo, nella finzione narrativa, afferma di essersi deciso a pubblicare per erigere un monumento alla virtù sconosciuta.


Romanzo dalla complessa elaborazione, attraverso varie stesure (Bologna 1798, Milano 1802, Zurigo 1816 e Londra 1817) conformi allo stratificarsi di successivi stati d’animo; altrettanto complessa la genesi la quale partendo dalla matrice del romanzo epistolare settecentesco approda a un autobiografismo in cui è da rinvenirsi la vera chiave di lettura dell’opera, che non a caso Foscolo definì come il diario delle proprie angosciose passioni.






L’AUTORE: Ugo Foscolo



Ugo Foscolo (Zante, 6 febbraio 1778 – Turnham Green, 10 settembre 1827), è stato un poeta, scrittore e traduttore italiano, uno dei principali letterati del neoclassicismo e del preromanticismo. 
Egli fu uno dei più notevoli esponenti letterari italiani del periodo a cavallo fra Settecento e Ottocento, nel quale si manifestano o cominciano ad apparire in Italia le correnti neoclassiche e romantiche, durante l'età napoleonica e la prima Restaurazione.
Costretto fin da giovane ad allontanarsi dalla sua patria (l'isola greca di Zacinto/Zákynthos, oggi nota in italiano come Zante), allora territorio della Repubblica di Venezia, si sentì esule per tutta la vita, strappato da un mondo di ideali classici in cui era nato e cresciuto, tramite la sua formazione letteraria e il legame con la terra dei suoi antenati (nonostante un fortissimo legame con l'Italia che considerò la sua madrepatria). La sua vita fu caratterizzata da viaggi e fughe, a causa di motivi politici (militò nelle forze armate degli Stati napoleonici, ma in maniera molto critica, e fu un oppositore degli austriaci, a causa del suo carattere fiero, dei suoi sentimenti italiani e delle sue convinzioni repubblicane), ed egli, privo di fede religiosa ed incapace di trovare felicità nell'amore di una donna, avvertì sempre dentro di sé un infuriare di passioni.
Come molti intellettuali della sua epoca, si sentì però attratto dalle splendide immagini dell'Ellade, simbolo di armonia e di virtù, in cui il suo razionalismo e il suo titanismo di stampo romantico si stemperano in immagini serene di compostezza neoclassica, secondo l'insegnamento del Winckelmann.
Tornato per breve tempo a vivere stabilmente in Italia e nel Lombardo-Veneto (allora ancora parte del Regno d'Italia filofrancese) nel 1813, partì presto in un nuovo volontario esilio e morì povero qualche anno dopo a Londra, nel sobborgo di Turnham Green. Dopo l'Unità, nel 1871, le sue ceneri furono riportate per decreto del governo italiano in patria e inumate nella Basilica di Santa Croce a Firenze, il Tempio dell'Itale Glorie da lui cantato nei Sepolcri (1807).


(Fonte: Wikipedia)








Segnalazioni a cura di:








Non perdere nessun aggiornamento sui prossimi post:












 Segui "La Soffitta dei Libri Dimenticati" anche su Youtube e non perderti tutte le puntate di "ADOTTA L'EMERGENTE"



ISCRIVITI AL CANALE YT








Trovate tutti gli aggiornamenti sulle mie letture su GoodReads




AGGIUNGIMI GU GOODREADS







Se sei un frequentatore abituale del mio blog e ritieni utile il lavoro che svolgo, considera l'ipotesi di fare una donazione libera a sostegno del mio impegno 


DONAZIONE LIBERA
BUY ME A KO-FI








Per le copie cartacee fornite si ringrazia 
la Giovane Holden Edizioni







Nessun commento:

Posta un commento

Mi piace sapere cosa ne pensa la gente di quello che dico..
Avanti..COMMENTATEEEE!!!!! :D

Pro o contro??

[Cover & Sinossi Reveal] "Ivan" - Malia Delrai

IVAN di Malia Delrai Prezzo e-book: 3,99 Prezzo cartaceo: 19,...