NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Lettori fissi

Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo - commenti sulla saga

Quello che ho sempre amato, prima di diventare una lettrice accanita, è stata la mitologia.
Alle medie, la mia materia preferita era Epica.
Ed Italiano (ma questo era sottinteso..).

Cari amici,

Oggi parliamo di una saga, ahimè già completata: Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo.

Quello che mi ha sempre affascinato era un mondo politeista dominato dagli Dei dell'Olimpo. 

E come il mondo reagiva nel confrontarsi con loro.

Ottima saga per Riordan che, a mio avviso, è un magnifico scrittore!


Cosa succederebbe se scoprissi di essere figlio di un'umana e di Poseidone?

Ecco che nasce Perseus "Percy" Jackson.

Dal primo al quinto libro, si rimane incollati alle pagine perchè, da avido lettore ingordo, vuoi sapere se Percy riuscirà nella sua più grande impresa: sconfiggere la profezia che assilla lui e gli altri figli dei tre Pezzi Grossi (Zeus, Ade e Poseidone) nella quale si evince che uno di loro deve morire al compimento dei sedici anni, per colpa di un tradimento..


Noi italiani siamo un popolo curioso: non facciamo uscire un libro di successo nelle librerie se non secoli dopo la pubblicazione della madre patria e solo ed esclusivamente se si può lanciare in contemporanea al film campione d'incassi da cui è stato tratto.

In parole povere: se gli americani (Dio li benedica per scrittori di talento e cinema di qualità) non decidono di prendere un bel libro e trarne un film, noi italiani lo conosciamo solo come "inedito". 
E, spesso, nemmeno sappiamo dell'esistenza di capolavori del genere.

Attenzione, non ho scritto che questo sia un capolavoro..Ma è molto godibile, per gli amanti del genere.


Adesso, però, devo anche scrivere di una cosa mooolto spiacevole: all'uscita al cinema del primo PJ corredato da libro nuovo di zecca e fresco di traduzione, il buon caro Chris Columbus fece mal digerire ai Potterheads (ovvero i super seguaci di Harry Potter..) questo nuovo film.

Scegliere di dirigere un'altra saga che si vuole portare al successo (come fece poi proprio con HP) e mettere in avanscoperta due ragazzi ed una ragazza?? Miei Dei, scelta sbagliata!

Ricordo ancora mia madre quando vide il trailer ed esclamò - Giulia, lo sai che c'è un altro Harry Potter con gli Dei dell'Olimpo??


Si, mia madre è una Potterhead. Come me. Di riflesso a me.


Naturalmente, la prima cosa che feci fu questa: RIFIUTARMI CATEGORICAMENTE DI ANDARE AL CINEMA (e per me, rifiutare di andare al cinema, è un sintomo molto grave..), COMPRARE IL LIBRO E FARMI UNA MIA OPINIONE.


Mi innamorai, letteralmente. Anche se questi tre sono, come dire, identici e diversi da Harry, Ron ed Hermione, che i due maschi sono scavezzacollo e lei la super sapientona (con madre Athena cosa ti puoi aspettare??), le avventure, la narrazione ed il tema mi hanno catturata.


In seguito all'acquisto del primo libro, ho temuto che la Mondatori (di cui sono una fedele cliente) avesse deciso di non pubblicarne più: mi sono ricreduta un giorno in cui, entrando per dare un'occhiata ai libri (dico sempre cosi..e poi mi ritrovo con la borsa piena ed il portafoglio vuoto..) ho visto il secondo libro tutto verde e che mi sussurrava "prendimi, prendimi". Non ho resistito.

E cosi via. Quando credevo che tutto fosse perduto, che non avrei mai saputo la fine e che l'avrei dovuta leggere in siti americani o, peggio ancora, comprare il libro in versione originale, ecco che arriva la copia sui banconi delle librerie.

Ci vuole poco per rendermi felice. Tutte e cinque prime edizioni. Da andarne fieri. Sopratutto per i soldi spesi senza batter ciglio alla cassa..Ma come ci riesco? Boh!


Devo dire che la cosa bella di questi libri è che non c'è un'attimo di pace.

E Percy mi ricorda, drammaticamente, tanti ragazzi che ho conosciuto e che conosco: forte e ribelle, coraggioso ed impavido ma, arrivati ad Annabeth, non sa più cosa fare.
E si lascia baciare.
Da lei, naturally.

Poi, durante l'escursione al labirinto (4° libro), conosciamo, anche se in verità ha già fatto la guest star nel libro precedente, la piccola, odiosa ed antipatica Rachel Elizabeth Dare.

Percy, che anche in questo è pericolosamente somigliante ai miei conoscenti, ne è affascinato: basta che vede una ragazza più facile e piena di soldi che perde, in un attimo, il suo interesse verso Annabeth.

Sarà che io mi rivedo in Annabeth, sarà che Rachel mi sta sulle bolle, sarà che Percy è un bambino come tutti quelli che ho conosciuto (momento triste per me, forse non sono molto obiettiva..non dovevo recensire..)..sarà che..Basta, di Rachel che se lo sbaciucchia non ce ne frega niente!!


Alla fine, Percy riuscirà, come al solito, ad avere la meglio ed a chiudere, con un bell'happy end cinque libri magnifici.

Ed anche Rachel trova il suo posto nel mondo..ma non accanto al bimbolotto..

Insomma, cosa ho scritto, fin'ora?

Quanti sproloqui..

Vediamo di chiudere il mio bellissimo (?) post con le bellissime copertine dei libri!!












Insomma, che dire? Stupende!!
Tranne la quinta, per cui io stessa ho intrapreso la mia crociata personale..non sono minimamente d'accordo con la scelta di quel soggetto..
Ma si sa..DE GUSTIBUS!!!!

Se non siete rimasti soddisfatti del post, non esitate a scrivere un commento!

Sono sempre lieta di ricevere della posta.. :D




Nessun commento:

Posta un commento

Mi piace sapere cosa ne pensa la gente di quello che dico..
Avanti..COMMENTATEEEE!!!!! :D

Pro o contro??

Niente è uguale - Luciana Berello

NIENTE E' UGUALE di Luciana Berello Editore: Aletti Editore Data di uscita: 2017...